preloader
Scroll to top
Esperimenti e prototipi

Vasi comunicanti

Il vaso è uno dei primi strumenti creati dall’uomo, forse il primo a non avere uno scopo di difesa, ma la funzione di raccogliere e conservare. Nella storia dell’arte, il vaso è un soggetto tra i più ricorrenti, soprattutto nelle scene di natura morta, in quella del design è un oggetto iconico con il quale si sono cimentati i più significativi progettisti.
Vasi comunicanti è una mostra che “mette in comunicazione” il mondo delle arti visive e quello del design. 55 sono le opere in mostra di noti artisti e designer italiani e stranieri che gratuitamente hanno realizzato una loro creazione reinterpretando, con la massima libertà inventiva, un vaso squadrato in plexiglass alto cm 45 e largo e profondo cm 20, realizzato appositamente dall’azienda Metea di Giovanni Scacchi su progetto di Angelo Monti. Artisti e designer hanno trasformato questo oggetto nei modi più vari: rendendolo un monolite di cemento o facendolo impugnare da una mano, cesellato in bronzo, riempendolo sino all’inverosimile di ogni materiale possibile o “svuotandolo” (quantomeno in termini percettivi) evidenziandone la trasparenza, servendosene come supporto pittorico o come superficie per stampe fotografiche. La mostra, a cura di Angelo Monti e Roberto Borghi è stata realizzata con la collaborazione di Franco Raggi e Rosanna Spagnoli.

Graffiato è un vaso in policarbonato successivamente dipinto in oro con disegno “graffiato” sulla superficie, atto a rappresentare una colonna classica.

 

>> scarica il catalogo della mostra

 

  • DATA:

    2017

  • COMMITTENTI:

    Sim-patia

  • LUOGO:

    Milano/Como